Bonus ristrutturazione e mobili: le trappole da evitare

ristrutturareCome noto i bonus per le ristrutturazioni edilizie sono stati prorogati anche per l’anno in corso (quindi fino al 31/12/2018), ma bisogna fare attenzione perché ci sono parecchi “tranelli” che rischiano di farci perdere i benefici fiscali:

Il bonus mobili ed elettrodomestici è collegato a quello per i lavori in casa, ma solo per gli interventi di “manutenzione straordinaria” quindi rientra ad esempio la sostituzione della caldaia (che comunque deve garantire un risparmio energetico rispetto alla vecchia), ma non ci rientrano tutti quei lavori di efficientamento definiti “ecobonus” (quelli al 65% per intenderci) come ad esempio, l’installazione di pannelli solari, la sostituzione impianti di climatizzazione invernale, la riqualificazione energetica di edifici esistenti. In parole povere se si istallano i pannelli solari non possiamo accedere al bonus mobili!
Non è sufficente neppure l’acquisto del box auto (inserito come pertinenza dell’immobile) anche se si fosse sfruttata l’agevolazione del 50 per cento.

Altro aspetto di cui tener conto è che il bonus non prevede il trasferimento agli eredi della detrazione non utilizzata (in tutto o in parte).

Attenzione anche alla modalità di acquisto dei mobili e degli elettrodomestici (di classe A+ o superiore). Per aver diritto al bonus del 50% sono necessario il bonifico parlante oppure uno scontrino purché  “in esso sia indicata natura, qualità e quantità dei beni acquistati e se esso è riconducibile al contribuente titolare della carta in base alla corrispondenza con i dati del pagamento (esercente, importo, data e ora)”.

Importante infine sottolineare che per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione sia precedente a quella/e in cui si acquistano i beni.

Per tutte le informazioni dettagliate sui bonus fiscali è bene fare riferimento alle guide pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate seguendo il link sottostante:

Agenzia delle Entrate: Agevolazioni

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Comments are closed.